The rise of digital opinion leaders

Five ingredients of an effective social media account

Dr. Mohamad Bassam · Kuwait
 · November 15, 2021

Anche prima dell’epidemia da Covid-19, l’uso delle piattaforme virtuali era già in aumento. Con la pandemia, molte nuove piattaforme sono state lanciate per adeguarsi alla “nuova normalità”.

I social offrono diversi strumenti basati su internet, tra cui, ma non solo, blog, forum online, community di contenuti e siti social come Twitter, YouTube, Facebook, LinkedIn, GDPUK, Instagram e Pinterest.¹ Oggi ci sono più di 4,3 miliardi di utenti di social in tutto il mondo, quasi la metà della popolazione mondiale.²


Una nuova era

Sono state lanciate molte nuove piattaforme per adeguarsi alla “nuova normalità” durante i lockdown. Sono state trasmesse conferenze online, come “Geistlich+You”, e la “nuova normalità”  ha offerto nuove opportunità ai giovani clinici di condividere il loro talento e le loro competenze odontoiatriche con la community. Sono emersi nuovi relatori e mentori che hanno adottato la moderna odontoiatria basata sull'evidenza con tutte le sue caratteristiche digitali, i biomateriali, le tecniche e la documentazione professionale. 

Il mio viaggio nei social è iniziato con Instagram, l’applicazione più usata nel paese in cui risiedo. Instagram ha un meccanismo di suggerimento per cui informa i tuoi amici di Facebook e suggerisce il tuo account ad altri utenti di Instagram con interessi simili. Prima ho postato alcuni miei vecchi casi clinici cercando anche di osservare gli altri influencer che hanno un grande impatto e ho imparato che procedure e tecniche chirurgiche documentate da immagini di casi clinici di alta qualità sono quelle che più interessano i clinici e li coinvolgono maggiormente. 

Ho dunque migliorato le mie abilità fotografiche e l’attrezzatura, adottando ad esempio una macchina fotografica e un sistema di illuminazione più avanzati. Poi ho iniziato a postare casi clinici di alta qualità su base giornaliera, descrivendo dettagliatamente il protocollo chirurgico nelle didascalie. Ho risposto a tutti i commenti, così come ai messaggi privati. A volte mi sono consultato digitalmente con i colleghi per identificare il trattamento giusto per i loro pazienti. Altre volte ho inviato i riferimenti e articoli scientifici correlati. Il mio account ha cominciato a diventare sempre più popolare e mi sono accorto che a ogni post stavo anche ispirando il mio pubblico.
 

1. Iniziare con la strategia 

Nella nostra community, i social sono usati non solo per estendere la rete professionale, ma anche per educare i pazienti, costruire la fiducia, influenzare e aiutare a sviluppare la nostra pratica. 

Per costruire una pagina di successo, che vada a beneficio della community, dobbiamo rendere chiaro il nostro scopo e seguire una strategia. Si comincia con l’essere trasparenti su chi siamo. Ad esempio, su Instagram, inserire una “biografia” accattivante e informativa che mostri l'ambito di competenza, il livello di istruzione e un link ad altre pagine di social personali come Twitter, Facebook, YouTube e a un sito web è importante. 


2. Trova il tuo pubblico  

Dobbiamo scegliere il nostro pubblico ed elaborare il contenuto giusto per ogni gruppo. 

Ad esempio, spesso gli odontoiatri tendono a mettere “Mi piace” e commentare post multidisciplinari, interventi  complessi, riabilitazioni dell’intero cavo orale e ricostruzioni di arcate complete. Per loro, la presentazione del caso è particolarmente importante e una fotografia intra-orale ed extra-orale professionale di alta qualità è fondamentale.

Viceversa, i pazienti saltano e abbandonano le pagine che pubblicano molti interventi di chirurgia e immagini di casi medici difficili. Preferiscono piuttosto le trasformazioni riuscite, le foto prima e dopo e i post di sensibilizzazione.


3. Il contenuto conta  

Il pubblico è a caccia di buoni contenuti. Rimani sempre coerente con il contenuto. Includi casi interessanti, usa materiali di qualità e mostra nuove tecniche e un'odontoiatria basata sull’evidenza. Descrivendo la procedura e includendo annotazioni, si fa capire al lettore lo scopo del caso clinico postato. Inoltre, includendo domande nelle didascalie rivolte  a pazienti o medici, si migliora la possibilità di iniziare una conversazione. I post di casi clinici a volte determinano molte interazioni e critiche perché ogni odontoiatra ha il proprio approccio e le proprie convinzioni scientifiche. Per costruire la fiducia con il pubblico, è fondamentale assumere un approccio scientifico e citare prove e riferimenti, in modo da rafforzare la credibilità del lavoro clinico. 

4. Interagisci e ottimizza la relazione

“Quando pubblicare?” La maggiore attività del pubblico sui social spesso si registra la mattina presto, durante la pausa pranzo e la sera. Postando durante il picco dell'attività del pubblico, otterrai il maggiore coinvolgimento e contribuirai alla crescita del tuo account. Postare ogni giorno, ad esempio storie su Instagram, è anche importante. Possiamo usare sondaggi o domande e risposte nelle storie, per stimolare una maggiore interazione ed entrare in contatto diretto con i follower.

Un modo per stabilire una conversazione diretta con il pubblico è il “live stream”. L’argomento può essere la condivisione di esperienze, protocolli, consigli e trucchi o qualsiasi argomento susciti interesse. Un contatto settimanale o mensile in live stream può darti un'idea di ciò a cui il pubblico è veramente interessato e ispirarti nuove idee. Gli hashtag aiutano a diffondere il post e a raggiungere più persone. È possibile usare fino a 30 hashtag in un post di Instagram. Cerca di trovare i migliori hashtag per il tuo pubblico e usali tutti, una strategia che può farti raggiungere la pagina explore (dove Instagram cura i contenuti per i suoi utenti). Anche taggare persone, altre pagine e luoghi aumenterà la percentuale di coinvolgimento e la visibilità della tua pagina. Quando hai inserito più post sulla tua pagina e il tuo account inizia a crescere, puoi iniziare a taggare amici, e persino influencer e grandi account dei social, invitarli a vedere i tuoi post e chiedere se sono disposti a collaborare. 

Segui quotidianamente i tuoi post e “repost” da altri account e pagine e rispondi ai commenti. Promuovi la tua pagina su altre piattaforme come Twitter, Facebook, ecc.


5. Responsabilità digitali

Il successo in un'era digitale impone responsabilità digitali. È fondamentale acquisire un modulo di consenso legale firmato dai pazienti per permettere agli odontoiatri di scattare fotografie e condividerle nei convegni e sui social. Se dati e informazioni sono condivisi o usati in modo improprio senza l'approvazione del paziente, la responsabilità ricade sul medico. 

Il General Dental Council (GDC), che è il principale organo di regolamentazione per la professione odontoiatrica nel Regno Unito, stabilisce gli standard per l'esercizio della professione. “Non pubblicare informazioni o commenti sui pazienti sui siti di social network o blogging.¹ Se si usano strumenti social professionali per discutere casi anonimizzati allo scopo di analizzare le migliori pratiche, è necessario prestare attenzione in modo che i pazienti non siano identificabili”. Anche le discussioni online tra pazienti e odontoiatri devono essere evitate poiché possono comportare ripercussioni e azioni legali, specialmente se vengono formulati commenti inappropriati.³


Il futuro è qui

I social sono un’arma a doppio taglio. Hanno guidato il mercato e sono diventati un'importante piattaforma educativa nel mondo, soprattutto durante la pandemia del Covid-19, offrendo una vasta gamma di contenuti agli studenti di odontoiatria, ma anche agli odontoiatri esperti. 

I contenuti educativi sono diventati di facile accesso, con un costo ridotto, rendendolo un'importante fonte di apprendimento per i tirocinanti e i neolaureati. Ma è anche fondamentale scegliere il materiale educativo con attenzione prima di condividerlo. Senza revisione e supervisione, la qualità delle informazioni potrebbe essere a volte insufficiente. Chiunque abbia un account può postare casi clinici o sostenere tesi senza prove o riferimenti, diffondendo una grande quantità di informazioni false. Le “informazioni mancanti” possono essere pericolose tanto quanto la “disinformazione” sui social.

Spetta a clinici e odontoiatri qualificati comportarsi in modo consapevole e non ripubblicare informazioni false o potenzialmente dannose, indicare a tirocinanti, neolaureati e pazienti le migliori alternative di trattamento, nonché i migliori materiali e flussi di lavoro nella pratica odontoiatrica, affinché i social siano utilizzati a beneficio della community.


Riferimenti
 

  1. General Dental Council. Guidance on using social media. Effective from 27 June 2016. Available at: http://www. gdc-uk.org/Dentalprofessionals/Standards/Documents/ Guidance%20on%20using%20social%20media.pdf (accessed October 2016).
  2. Number of global social network users 2017-2025|Statista”. Statista. Retrieved 2020-08-05.
  3. Chauhan B, Janis Coffin D O FA. Social media and you: what every physician needs to know. J Med Pract Manage 2012; 28: 206-209

Autore

Dr. Mohamad Bassam | Kuwait

DDS, DESS Periodontology & Implant Dentistry
Maidan Clinic, Sabah Salem Branch Manager, Kuwait