spinner
Geistlich Blog header image
Intervista al Dr. Robert Carvalho Da Silva, Brasile

Vantaggi clinici nel riempire il gap nei siti di impianto immediato

Nella sua relazione al congresso online Geistlich + You, il Dr. Robert Carvalho Da Silva, Brasile, ha condiviso le sue intuizioni sull'impatto clinico del riempimento del gap quando gli impianti vengono inseriti subito dopo l'estrazione dei denti. L'attenzione si è focalizzata sulla rigenerazione dell'osso e dei tessuti molli per prevenire complicanze estetiche e biologiche a lungo termine.


Dr. Carvalho, cosa succede se l'impianto viene inserito subito dopo l'estrazione del dente, senza gestire i tessuti molli e duri?

Dr. Carvalho: Senza gestire i tessuti molli e duri, il sito implantare perde volume dopo l'inserimento dell'impianto. Questo genera problemi estetici come la recessione dei tessuti molli o l'assottigliamento dei tessuti molli, o provoca complicazioni biologiche legate alle difficoltà di controllo della placca. Alla fine, questo può predisporre il sito a mucosite e peri-implantite.


Inserisce impianti immediati in un alveolo difettoso?

Dr. Carvalho: Sì. Possiamo adattare il protocollo di rigenerazione a causa della mancanza della placca ossea buccale, ma questo non interferisce con il percorso di trattamento principale per il posizionamento immediato dell'impianto e la rigenerazione dell'alveolo. Quando abbiamo un difetto di deiscenza ossea profondo e ampio, una membrana di collagene (Geistlich Bio-Gide® Shape) viene posizionata tra il tessuto molle e i margini della carenza ossea. Questo protegge il sostituto osseo (Geistlich Bio-Oss® Collagene) posizionato all'interno dell'alveolo.

È in corso un dibattito sull'inserimento immediato dell'impianto, soprattutto in zona estetica e nel caso di carenze dell'osso vestibolare. La letteratura sostiene il suo concetto?

Dr. Carvalho: Sì. Un numero crescente di prove, raccolte da diversi gruppi, dimostra che l'assenza della placca vestibolare non significa non avere risultati stabili ed estetici nei siti implantari immediati fintanto che l'osso palatale/apicale è disponibile e il margine gengivale è ben posizionato al momento dell'estrazione.1-3


Nel caso di difetti dell'osso vestibolare, come garantite il successo a lungo termine?

Dr. Carvalho: Utilizziamo il sostituto osseo (Geistlich Bio-Oss® Collagen) per riempire lo spazio vestibolare residuo all'impianto in tutti i casi. Nel caso di una deiscenza profonda e ampia (7 mm di profondità e oltre 2-3 mm della dimensione dell'alveolo mesio-distale), utilizziamo una membrana di collagene (Geistlich Bio-Gide® Shape) per proteggere il sostituto osseo dal contatto con la parte interna del tessuto molle vestibolare. Nelle cavità intatte o nei difetti che non sono larghi e profondi, il posizionamento della membrana non è necessario nel nostro protocollo.


Quando si utilizza il Geistlich Bio-Oss® Collagen, quando Geistlich Bio-Oss®, e quando si miscela con l'osso autologo? Il risultato cambia?

Dr. Carvalho: La letteratura dimostra che i granuli di Geistlich Bio-Oss® o il Geistlich Bio-Oss® Collagen sono ugualmente efficaci nel promuovere la rigenerazione ossea nel gap.4 Tuttavia, il Geistlich Bio-Oss® Collagen è più facile da usare nella pratica clinica, ed è per questo che lo preferiamo. Per quanto riguarda l'autoinnesto, è sempre bene portare cellule e fattori di crescita, ma sembra che non sia necessario quando si tratta della parte interna dell'alveolo.


Come garantite l'approvvigionamento di sangue per il Geistlich Bio-Oss® Collagen con un impianto nella zona linguale/palatale e un innesto di membrana o di tessuti molli nella zona vestibolare?

Dr. Carvalho: La vascolarizzazione proviene dagli spazi midollari adiacenti al letto dell'impianto. Abbiamo visto che la procedura è estremamente efficace e diverse pubblicazioni istologiche lo confermano.


Com'è la stabilità del volume dopo questo approccio a lungo termine?

Dr. Carvalho: Si prevede un certo grado di perdita di volume durante le prime fasi della guarigione. Tuttavia, abbiamo osservato che quando questa fase è terminata, il volume osseo residuo vestibolare dell'impianto è stabile nel tempo.

Ci sono alcuni casi con perdita ossea che causa una perdita di volume dei tessuti molli come conseguenza a lungo termine. Ma secondo la nostra esperienza e le statistiche, questi casi sono rari.


Prendereste in considerazione l'utilizzo di Geistlich Fibro-Gide® al posto degli innesti di tessuto connettivo?

Dr. Carvalho: Per gli impianti immediati che utilizzano un approccio senza lembi, l'innesto di tessuto connettivo autogeno è ancora il gold standard. Tuttavia, negli scenari clinici in cui il lembo è elevato, Geistlich Fibro-Gide® sembra essere molto efficace nell'aumentare il volume dei tessuti molli.


È d'accordo sul fatto che i tessuti molli sani sostengono il successo della terapia implantare, ad esempio il tasso di sopravvivenza dell'impianto a lungo termine?

Dr. Carvalho: Di sicuro... c'è una relazione positiva tra la stabilità dell'osso marginale e lo spessore e la qualità del tessuto molle. Dovremmo prestare attenzione sia ai tessuti duri che a quelli molli se vogliamo trattare con successo i pazienti!

il suo commento

Dichiaro di aver letto e di accettare i termini di trattamento dei dati personali. and agree to it.