spinner
Geistlich Blog header image
Incrementi ossei

“I trattamenti personalizzati sono senza dubbio vantaggiosi”

Il numero di possibili trattamenti per gli incrementi ossei è piuttosto elevato. Quale è consigliabile utilizzare e in quale situazione? Come applicare le nuove tecnologie? Durante il Simposio Osteology Barcellona abbiamo incontrato il Prof. Andy Temmerman, dell'Università di Leuven, e ci ha fornito alcuni spunti interessanti. 

Quanto spesso si occupa di casi complessi come difetti ossei verticali e orizzontali?

Prof. Temmerman: Lavorando sia in Università che in uno studio privato incontro molti casi di difetti verticali e orizzontali, con una percentuale più alta di difetti orizzontali. Se osserviamo le statistiche recenti, per esempio, nella regione estetica circa il 90% degli impianti richiede una procedura di incremento osseo. La maggior parte dei difetti verticali che riscontro sono dovuti a peri-implantiti o al tipico riassorbimento mandibolare posteriore. Questi incrementi verticali sono sicuramente procedure piuttosto complesse e la selezione dei pazienti è molto importante.  
 

Usa approcci diversi a seconda del caso e della sua complessità?

Prof. Temmerman: Penso che negli ultimi 10 anni sia stato applicato qualsiasi tipo di approccio nella nostra università (ride)! Abbiamo iniziato con blocchi di osso dalla zona del mento e del ramo mandibolare. Abbiamo cercato anche utilizzare la tecnica di split-crest ma non eravamo troppo convinti. E poi ovviamente abbiamo usato anche le procedure di GBR. Nell'ultimo periodo ho  osservato una certa ripresa per le membrane non riassorbibili. Le membrane di politetrafluoroetilene denso (d-PTFE) sembrano lavorare meglio delle membrane in politetrafluoroetilene espanso (e-PTFE). E anche i blocchi di osso autologo sono stati reintrodotti nel nostro dipartimento. 


La sua ricerca si concentra anche sulla procedura di incremento osseo?

Prof. Temmerman: Sì. Lavorare all'Università mi dà l'opportunità di fare molta ricerca. Per esempio, negli ultimi 4 o 5 anni abbiamo provato a combinare i protocolli e le strategie chirurgiche di altre università e studi privati per sviluppare un protocollo per migliorare i risultati della GBR. In uno studio clinico presentato per la pubblicazione abbiamo visto che i risultati delle procedure di GBR possono variare a seconda della tecnica utilizzata. In questo studio abbiamo eseguito le procedure di rientro dopo 5 mesi e siamo rimasti sbalorditi dal fatto che la deiscenza ossea sulla spalla dell'impianto è stata risolta solo nel 20% dei casi. Quindi, la procedura di ottimizzazione della GBR è necessaria. 
 

E il trattamento personalizzato?

Prof. Temmerman: Lo sviluppo di trattamenti personalizzati è stato di enorme beneficio e un grande miglioramento per coloro che, come me, eseguono molte procedure per l'incremento osseo. L'uso delle membrane non riassorbibili impegna a tagliare e curvare in maniera tridimensionale. La chirugia è già di per sè complicata, ciò che richiede più tempo è la preparazione della membrana e non c'è spazio per errori. I dispositivi personalizzati, invece, si adattano perfettamente alla forma del difetto senza dover passare attraverso un lungo e difficile processo di pre-preparazione. Questa è la ragione per cui i trattamenti personalizzati hanno catturato la mia attenzione. 
 

Anche per questo ha provato Yxoss CBR®?

Prof. Temmerman: Sì, assolutamente. Sono stato impressionato dal modo in cui la griglia si adatta al difetto e sono veramente contento di poter eseguire la fissaggio solo con una o due viti.


Cosa consiglierebbe ai clinici che decidono di provare Yxoss CBR® per la prima volta? 

Prof. Temmerman: Al momento ho usato sei o sette volte la griglia Yxoss CBR®. Maneggiarla è abbastanza semplice e la durata dell'intervento è molto ridotta. Non dimentichiamo, comunque, che l'intervento chirurgico rimane complicato. Pertanto suggerisco di iniziare con piccoli difetti orizzontali e poi proseguire con i difetti più estesi, infine usare la griglia per i difetti verticali. Inoltre, prima di utilizzare Yxoss CBR®, è essenziale che il medico conosca il disegno del lembo, la gestione dei tessuti molli e la chiusura senza tensioni. Quindi le abilità e le conoscenze chirugiche di base restano di estrema importanza. 

Foto header: Aileen Hoffschlag

il suo commento

Dichiaro di aver letto e di accettare i termini di trattamento dei dati personali. and agree to it.